Festa di Halloween con "ANSABBIO" - coriandolino e i suoi amici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Festa di Halloween con "ANSABBIO"

 


Come per tradizione, ogni anno alla fine di ottobre in pediatria si organizza la festa di Halloween con gli "attori" dell'associazione ANSABBIO.
Ecco le foto e la storia recitata quest'anno:

"Coriandolino nel deserto"

Coriandolino e i suoi amici, da un po' di tempo si divertono a seguire la valigia volante per esplorare i cieli e i tanti bei luoghi della terra.
Vanno su e giù, come nei giri di giostra sfiorando il vento, le intemperie e i raggi del sole. Al posto dell'aereo, si spostano con questa valigia, dove Coriandolino custodisce i suoi coriandoli magici.
E' ormai arrivato l'autunno, ma il sole è caldo e il cielo ancora azzurro.  Nuvoletta, Con le sue lunghe ciglia si diverte a fare il solletico alle altre nubi. " Ma lasciale stare!" le dice Il <gabbiano Volalontano"
"E perché? Io mi diverto tanto a giocare così!"
"SI, divertiti, se si arrabbieranno, si trasformeranno resto in pioggia!"
I due amici non fanno più in tempo a litigare perché una polvere grigia sta oscurando il cielo, non si vede più niente. Solo  un volo di uccelli strani, con le ali lunghe che si aprono e diventano spaventosamente grandi e nere.

"Cosa…cosa succede?" esclama Ciliegino
E Fragolina: "Aiutooo, cosa sono questi strani mostri?"
"Sono gli uccelli Squibbis" spiega Coriandolino, il piccolo mago che sa quasi tutto.
"Si chiamano così per il loro strano verso".
E' davvero strano il loro verso:
SQUISS   SQUISS  SQUISS.

Accidenti! Gli uccelli Squibbis sono molto dispettosi. Ecco, rubano la valigia volante di Coriandolino, con tutti i suoi coriandoli magici.
"Oh…non vedo niente, più niente" protesta Nuvoletta Ciglialunghe, mentre Ciliegino piange perché crede di volare in basso ora che non è più aiutato dalla magia.
Coriandolino vede il suo amico piangere e si commuove tanto, proprio tanto al punto tale che decide di diventare magico più che mai.
Anche senza coriandoli.
Incomincia a pensare: "Cosa posso fare adesso?" Subito si ricorda dei consigli del Mago Azzurro. Si, il buon vecchio mago che lo aveva creato dicendogli: "Coriandolino , tu sei un mago bambino: ogni volta che vuoi fare una magia tocca uno dei tuoi coriandoli e ripeti le formule magiche"
Ma i coriandoli non ci sono più, son spariti insieme alla valigia. Coriandolino non ha mai paura, non è mai disperato e così si ricorda di aver conservato quello più piccolo, il coriandolo azzurro, nella tasca dei suoi pantaloni colorati.
Il cielo sta diventando sempre più scuro, quasi nero. Sembra di essere in un bosco di notte, l'aria è pesante e  persino Nuvoletta Ciglialunghe ha paura. Le sua ciglia diventano corte, sempre più corte.
Coriandolino si avvicina ai suoi amici e dice :

"ASTROS  ASTROS  ASTROS

OCEANUS  OCEANUS  OCEANUS
VOLA UNO  VOLA DUE VOLA TRE!"

Intanto la valigia volante non compare. Tutti sono sbalorditi e impauriti.
"Di solito le formule magiche sono potenti e funzionanao subito, invece adesso sono bloccate, cosa succede?" chiede il gabbiano Volalontano.

Il mistero viene rivelato un  minuto dopo: ecco che Nuvoletta Ciglialunghe sposta le sue ciglia e tutti si accorgono che la valigia, in realtà, non è mai sparita e gli uccelli Squibbis non riesconoa rubarla perché è magica.
E' stato solo un terribile spavento, nessuno è in pericolo. Il cielo  diventa pian piano azzurro più di prima, gli uccelli si trasformano in una scia grigia che si scioglie intorno alle nubi.

Dopo questo imprevisto, il loro viaggio continua: la valigia volante scende velocemente verso il basso e infine si ferma in un'immensa distesa dorata che rifletta i raggi del sole al tramonto. E' un'immensa distesa di sabbia: è il deserto del Sahara, in Africa.
I nostri anici sono atterrati vicino ad un'oasi. Meno male , cos' possono dissetarsi.
A dir la verità, sono un po' stanchi e così decidono di prepararsi per la notte.
"E dove dormiamo?" chiede Fragolina.
Coriandolino prende dalla sua valigia il coriandolo giallo e, in tre minuti, ecco spuntare dalla sabbia una tenda. Tutti si rifugiano lì tranne Nuvoletta Ciglialunghe ,che si diverte a vagare per il cielo e il gabbiano che si posa sulla palma dell'oasi per creare un giaciglio su cui riposare. La luce della luna è intensa, non sembra proprio l'inizio della notte.  Mentre il Gabbiano, a fatica, cerca di  addormentarsi, vede arrivare tra dune qualcuno, qualcosa.
"Presto, amici, uscite dalla tenda…qua sta succedendo qualcosa" dice ad alta voce
" Siamo i fantasmini del deserto!" esclamano i simpatici esseri bianchi " Stiamo preparando la festa di Halloween, però ci manca la zucca"

Fragolina fruga con velocità nel suo inseparabile cestino e ritrova qualcosa
" Ecco, vedete: questo è il semino della zucca dell'anno scorso, l'ho conservato. Meno male!" esclama orgogliosa.
Coriandolino, in un baleno, prende il seme per piantarlo e dice a Nuvoletta Ciglialunghe:
" Dai, divertiti ancora un po', vai a fare il solletico alle tue amiche nuvoline e cerca di far venire giù la pioggia"
"Vado subito".
Intanto l'aria incomincia a diventare fredda. Eh già ,nel deserto fa molto caldo di giorno ma tanto freddo di notte.
Tutti , però, si riscaldano dalle risate quando vedono ciglialunghe ballare insieme alla pioggia provocata da lei. Anche la pioggia è magica, allegra e colorata.
Dopo un po' spunta un ramoscello verde e infine una bella zucca: una zucca parlante.
E' magica anche lei.
"Io sono pronta a festeggiare e voi?"
Inizia la festa della lunga notte di Halloween
E nessuno ha più paura del buio, del freddo e dei fantasmi: tutti ridono e danzano sulla sabbia fino all'alba del nuovo giorno.
Il giorno seguente, mentre  gli amici passeggiano tra le dune, ecco un'improvvisa tempesta di sabbia colpire il Sahara: il più grande deserto della terra. I granelli si posavano dappertutto, anche tra le ciglia di Nuvoletta che non piange per non dare soddisfazione a tutti gli altri ma tra sé e sè dice: "Caspita,questa sabbia mi brucerà le ciglia, cosa farò?... Uh, spero che al più presto Coriandolino farà una magia…
Il Cavallo Criniera Dorata continua a  muovere le stelle della sua criniera evitando l'aggressione di quel vento potente.

Il gabbiano spicca il volo, ma non riesce a combattere contro il vento, mentre Ciliegino E Fragolina si abbracciano e piangono entrambi.

" Coriandolino  cerca di allontanare la sabbia dal suo viso e chiama uno dei suoi coriandoli:
"Coriandolo giallo, coriandolo giallo… trasformiamo questo vento in stelle filanti!"
Il coriandolo esce dalla valigia, insieme ad una barca volante, un'altra cara amica di Coriandolino che compare e scompare all'improvviso.  

In pochi minuti, il vento si rifugia nella barca e tutto ritorna come prima: ritornano le morbide dune e la sabbia è brillante come la luce del sole.

Ad un certo punto, mentre gli amici solcano le gialle dune, arriva il gabbiano e dice.
"Mi è arrivato un messaggio dalla barca volante?"

"Nuvoletta Ciglialunghe, la curiosona, subito chiede:
" Sentiamo cosa dice questo messaggio?"

E il Gabbiano:
"Non riesco a sentire bene…la sua voce è ormai lontana…"

Coriandolino apre la valigia e sente una voce: è il messaggio del vecchio e caro mago azzurro, il papà di Coriandolino.

Il mago Azzurro è sempre vicino a  Coriandolino, anche se a volte si rende invisibile: certo, è magico anche lui!

"Miei cari bambini, voglio farvi scoprire alcune cose interessanti di questo luogo , dove voi siete atterrati. Sapete, il nome Sahara viene citato per la prima volta dallo scrittore arabo Ibn-El-haken e significa "il nulla, il vuoto". Questo deserto si estende per circa ottomila chilometri quadrati. Ma il Sahara è tutt'altro che il nulla, privo di vita.
Esistono tanti animali: cammelli, fennec(le volpi del deserto), coleotteri e lucertole.
Gli animali, col passar del tempo, hanno imparato a conservare acqua e sopportare il caldo. Oltre al cammello. C'è il dromedario: con una sola gobba anziché due. Le gobbe sono le loro riserve d'acqua: possono resistere senza bere per quasi una settimana.
"Davvero? " chiede Fragolina
E il mago Azzurro:
"Si, sì. E sapete che ci sono anche  numerosi rettili: tanti sono i serpenti che strisciano lateralmente sulla sabbia per diminuire il contatto con la rovente sabbia.
"Eh sì, altrimenti si bruciano" dice Ciliegino
"Attenti al cobra egiziano, se lo incontrate" continua il Mago Azzurro "E' un serpente velenoso, lungo tre metri. Ci sono anche gli scorpioni."

"Come sono i trasporti in questa immensa distesa di sabbia?" chiede il Gabbiano Volalontano?
"Prima si viaggiava con le carovane, che portavano  ai paesi del mediterraneo prodotti ricercati dell'Africa centrale(avorio, penne di struzzo). Al giorno d'oggi, ci si sposta con l'aereo perché le linee ferroviarie e quelle stradali sono poco sviluppate. Solo che adesso ho un po' di sete, venite con me …andiamo a cercare un'oasi"
Camminano e si divertono a giocare con la sabbia, che non è più tanto calda perché Coriandolino ogni tanto  tocca il Coriandolo grigio che fa arrivare qualche goccia di pioggia.



Finalmente raggiungono una verde oasi
Il mago Azzurro:
Vedete, sono bellissime le oasi, dove crescono palme da dattero, agrumi, orzo, erbe aromatiche. L'uomo accanto alle oasi coltiva dei campicelli di verde. Siete bravi amici miei, avete scelto proprio il periodo migliore per venire qua, da ottobre a marzo, quando l'aria è secca e il cielo terso."

"Ma ci sono uomini qua?" chiede Ciliegino
" Si, esistono le tribù nomadi che si spostano continuamente e vivono nelle tende"

"Ma come si può uscire da qui, siamo circondati dalla sabbia, io voglio tornare al mare!" protesta il Delfino col cappellino.

"L'unica via di uscita sono le montagne Atlas, in Marocco…ma non ti preoccupare: Coriandolino e la sua valigia volante ti faranno presto tornare al mare, dove vuoi tu"
Come al solito, il  buon Mago Azzurro, fa qualcosa di importante e poi sparisce per ricomparire quando? Non si sa. Noi lo aspetteremo.

Ma prima di andare via,  i nostri amici fermano  incantati ad ammirare il sorgere del sole tra le dune: luci e colori davvero magici!





 
 
 
 
 
 
Ricerca Italiana
Torna ai contenuti | Torna al menu