Scuola elementare "G. Pirelli di Milano" classe IV A - coriandolino e i suoi amici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Scuola elementare "G. Pirelli di Milano" classe IV A

News > Scuola elementare "G. Pirelli di Milano"
 
 
 
 
 
 





CLASSE  IV A

Scuola elementare

" G. PIRELLI "

di

Milano




CORIANDOLINO
E
I SUOI AMICI




IN UNA DIMENSIONE SCONOSCIUTA

Coriandolino, Ciliegino, Fragolina
Bambini vivaci,
contenti felici;
al contrario tutto si è volto,
ma Coriandolino a tutto penserà
mentre Ciliegino lo aiuterà
e Fragolina la merenda farà.

       

Giulia





IL GABBIANO VOLA LONTANO


Vola, vola
Vola lontano
Il grande Gabbiano
muto, silenzioso,
tranquillo, generoso,
forte, coraggioso.
Lui volerà,
mai si fermerà,
gli amici aiuterà,
felice sempre sarà.

Giulia






CORIANDOLINO

Coriandolino
fa il suo lettino,
Ciliegino
fa il birichino,
Fragolina
è una bambolina
èd è molto monellina.

 \  

Martina






GLI AMICI DI CORIANDOLINO


Coriandolino il mago birichino
è andato a fare un pisolino;
il gabbiano volante
ora è un furfante;
la bambina Fragolina
è diventata una sciocchina;
ora la strega e gli squali
sono diventati immortali.

  

Marika










IL DELFINO E LA BEFANA


Nel mare intorno all’isola nuota un delfino
che in testa ha uno strano cappellino,
leggero, di cotone e paglia, colorato.
Ma ora fa freddo e lui è tanto malato:
ci vorrebbe un berretto di lana
e per la tosse anche una tisana!
Tra starnuti, febbre e raffreddore
Il povero delfino è tutto un dolore.
In cielo passa di là, in settimana,
con la scopa e lo vede la befana,
gli butta giù cappello e guanti,
sciarpa e sciroppi, ma tanti tanti!
Per ringraziarla lui fa cinque giravolte
e salta tra le onde molte volte,
poi con un lungo fischio la saluta
mentre dall’alto lei sorride muta.


Benedetta e Alessia S.







LA STELLA DELLA BONTA’

Ha la testa verde Carciofina
un po’ larga, appuntita, ma carina
e proprio in cima ha una stella
che la fa sembrare molto bella.
S’illumina tutta la stellina
quando desidera qualcosa Carciofina,
allora lei pronuncia una parola
mentre tutte le fogliette fan la "ola":
"Brilla stella, stella brilla,
non restare al buio, orsù sfavilla!"
Carciofina è tanto buona che veramente
vorrebbe aiutar tutta la gente
ed usa spesso la sua magia
anche per chi incontra per la via.
Vuole in cambio solo un buon pensiero,
offerto però con affetto vero.


Niccolò e Antonio









I CORIANDOLI DELLA GIGIA

Tra i suoi capelli scompigliati
ha tanti coriandoli colorati
il simpatico Coriandolino,
festoso mago bambino.
Tutto trasforma in allegria
quando fa qualche magia
sulla meravigliosa isola fatata,
il mago azzurro gliel’ha insegnata.
Un mago molto potente,
spiegandoglielo velocemente:
"Basta un coriandolo preso dai capelli
e tutti i momenti diventeranno belli
se la formula giusta userai.
Così amicizia e gioia darai
a tutti in largo e in tondo
in questo cattivo e triste mondo".


Edo, Abiel e Yussef










LINGUALUNGA TROVA UN AMICO

Con il sole anche Pasqua era arrivata
e rana Lingualunga faceva una nuotata;
intanto Pasquale, il coniglio spelacchiato,
preparava allegro le uova al cioccolato.
D’un tratto un’aquila nel cielo volteggiò
e, stridendo, tutte le uova s’acchiappò.
La lingua lunga srotolò però la rana
e costrinse l’aquila a tornar nella sua tana;
le uova che cadevano dal cielo
pronto il coniglio raccolse dentro un telo.
Per la sua salvatrice, poi, Pasquale
organizzò, grato, un party speciale;
Lingualunga si presentò con un bel tutù
e da allora lei e lui non si lasciarono più.


Samuele, Jacopo e Federico















DIVIDERE E MOLTIPLICARE


Nel bosco vive Fragolina,
una fantastica bambina.
Una fragolona tiene sulla testa,
come un cappello di gran festa,
da cui penzola una bionda treccia
tonda e dritta come una freccia.
Indossa un vestito rosso
ricamato con l’ago grosso;
ad ogni piede calza un colorato sandalino
e tra le mani stringe un grosso cestino.
Di fragole è assai golosa
e vorrebbe coglierne a iosa
per farne una scorpacciata
da restare immobilizzata!
Così i piccoli frutti scappano lontano
e vuoto resta il cesto nella sua mano.
Corre ad aiutarla Coriandolino
e le fa riempire tutto il cestino,
convincendola però che, quella delizia,
deve dividere con gli altri in amicizia.


Chiara e Cecilia










CILIEGINO E GLI UCCELLI

Di questo mese il protagonista è Ciliegino
che ha le ciliegie in testa come un cappellino.
I suoi capelli rossi sono strani
e lui se li rigira tra le mani.
Un dì, mentre raccoglie nel prato fiori belli,
sente su un albero piangere due uccelli:
"I nostri piccoli non riusciamo ormai a sfamare
perché non troviamo più niente da mangiare!"
Ciliegino allora dalla testa stacca un frutto:
"Ross-Astros, esclama, metti a posto tutto."
Mentre veloce si avvera la magia
intorno all’albero si fa rossa la via.
Appaiono dovunque ciliegie succulenti
e gli uccelli si saziano in pochi momenti.
Anche Ciliegino si fa una scorpacciata…..
E’ stata proprio una bella giornata!


Alessio e Riccardo














LE SCOPERTE DI VOLALONTANO

Gli piace andare in giro, perciò "Volalontano"
è stato soprannominato un bel gabbiano:
vola qua e là, vola su e giù
lui certo non si fermerebbe più…..
Un giorno, (credetemi, lo giuro)
adò addirittura nel futuro:
prima volteggiò nell’aria leggera,
poi si posò al sole su una scogliera.
Il mare era calmo, la giornata era bella
e rimase colpito da una gabbianella che
a  scatti si muoveva come facesse un ballo,
brillava e cigolava: ma era di metallo!!
Un piccolo robot con le ali d’acciaio,
e ne aveva quattro, mica solo un paio:
Volalontano pensò: " E’ carina,però, peccato…..
meglio le gabbianelle  che stanno nel passato!"


Astrid e Giada















LA SIRENA INNAMORATA

Al sole su uno scoglio in mezzo al mare
Sirenetta stava tutto il giorno a cantare.
Lunghi erano i suoi capelli rossi,
morbidi come seta e un poco mossi;
per fermaglio aveva una forchetta
che diventava una magica bacchetta.
Un giorno Erik, un principe buono,
s’innamorò di lei per quel bel suono,
la chiese in moglie e lei accettò,
così nella sua reggia a vivere andò.
Però, come pesce, non poteva camminare,
perciò la coda in gambe dovette trasformare.
Esclamò: "Rebbi, Rebbi!" e la forchetta
la tramutò ragazza in tutta fretta.
Con Erik visse tra amore e canto
ma al mare, spesso, pensava con rimpianto.


Arianna, Sofia e Sara C.















MAGO AZZURRO CAMBIA IL VESTITO

Il Mago Azzurro è chiamato così
Grazie al suo vestito, fatto da chi?
La luna lo ha trapuntato,
il cielo lo ha colorato,
brillanti d’argento hanno aggiunto le stelle
e il sole miliardi di saette belle.
A settembre però lui cambia la veste,
come se sopra ci fosse la peste.
E’ verde il vestito che si mette,
come l’uva nelle ciotolette,
su cui sono ricamate tante foglie
gialle e rosse che il vento non toglie.
E se ne va a far la vendemmia in un vigneto,
raccoglie tanta uva e ne rimane lieto!


Riccardo e Alessio

















CESPUGLINO E LA MAGICA CASTAGNA

Ha tanti capelli arruffati Cespuglino,
come un cespuglio sulla testa di un bambino.
Lui fa magie di ogni sorta con una castagna,
che una volta raccolse su una sacra montagna.
Tre volte col piede destro lo tocca
e poi la soffia in alto con la bocca.
"Riccio scappato, riccio non riccio,
allontana ora ogni pasticcio!"
Un giorno di Halloween per andare a una festa
si smarrì, poverino, nella foresta
e siccome era travestito da zucca,
stava per essere leccato da una mucca.
Ma Cespuglio d’animo non si perse,
le idee nel suo cespuglio eran ben terse!
Così la magica castagna in alto lanciò
e grazie ad essa in un baleno si salvò.


Federico, Jacopo e Samuele














FINESTRELLA E I FIORI DI NOVEMBRE

Finestrella ha dei riccioli castani,
paffute e morbide le mani
con tanti luccicanti anelli;
gli occhi sono azzurri e belli.
Se tre volte li sbatte
mentre strofina le ciabatte,
quello che desidera si avvera,
sia di giorno che di sera.
Una volta, era Novembre, un giorno nebbioso,
ma lei voleva ammirare un prato odoroso.
"Su finestrina, giù finestrella,
fatemi vedere una cosa bella!"
Queste magiche parole pronunciò
e tutto ben presto s’avverò:
comparve una distesa di fiori
profumati e di mille colori.
Così tra castagne, un fungo e una pera,
vide una splendida giornata di primavera!


Gabriella e Alessia B.











AVVENTURA NEL MONDO DEL NATALE

Criniera Dorata più che un cavallo è un tesoro
perché al posto della criniera ha delle stelline d’oro.
Una volta fece un volo assai speciale
e andò a finire nel "Magico mondo del Natale",
dove tutto era coperto di morbida neve bianca.
Lì vide una bambina su una panca
che aveva tra i capelli tante sfere colorate
e sul vestito verdi ghirlande disegnate.
Pensò Criniera Dorata: "Che strana tizia!"
Intanto lei parlò: "Io sono Natalizia,
vivo in una villa di ghiaccio
e ogni tanto nei guai mi caccio.
Adesso sto seduta su questa panchina
perchè mi sono persa stamattina!"
"Se mi dai l’indirizzo in tutta fretta
ti riporto io alla tua villetta".
Si avviarono felici nel mondo del Natale
e fecero proprio un volo spaziale:
dall’alto ammirarono presepi e alberi addobbati,
che Babbo Natale, il re del paese, aveva preparati.


Tamara e Sara Z.


 
 
Ricerca Italiana
Torna ai contenuti | Torna al menu